... il progetto

logo_fermoimmaginepFermoImmagine nasce all'inizio del 2003, a pochi mesi di distanza dallo scioglimento degli Hangar Praha. Luigi Maresca (nife) e Mirko Ravaioli (mrk) sono i fondatori di questo nuovo progetto musicale. I punti di riferimento sono sempre gli stessi: gli anni '80, la musica wave ed elettronica, il post-punk. La grossa differenza rispetto all'esperienza precendente è la forte componente cantautoriale.

Luigi Maresca ha iniziato la sua esperienza di cantante con la musica popolare; successivamente passerà ad un tipo di canto più impostato come quello classico e jazz per arrivare ad un'interpretazione più cantautoriale e pop; come chitarrista ha una formazione wave e post-punk. Mirko Ravaioli è un bassista la cui preparazione e conoscenza musicale affondano le radici nel jazz e nel rock.

L'obiettivo primario dei due è quello di raggiungere un migliore equilibrio musicale rispetto alla formazione precedente, una buona armonia tra strumenti che inizialmente sono solo tre: voce-chitarra-basso. La ricerca in questo senso risulta lenta ma costante, difficile soprattutto per la mancanza totale della componente elettronica. Solo alla fine del 2003 vengono usate le prime prove di basi elettroniche, realizzate utilizzando solo ed esclusivamente dei campionamenti. Nel frattempo tutti i tentativi di allargare l'organico del gruppo risultano vani.

La svolta avviene nei primi mesi del 2005: le poche basi elettroniche che precedentemente erano state realizzate vengono rielaborate utilizzando suoni e sonorità decisamente migliori, più professionali. In questo modo i pezzi già presenti nel breve repertorio prendono una prima forma ben definita.

Altrettanto decisivi sono i due successivi inserimenti nell'organico del gruppo: dj Morloi e Silvia Valtieri.

Dj Morloi é stato uno dei fondatori della formazione precedente, gli Hangar Praha. Nel progetto FermoImmagine inizialmente partecipa in veste di fonico, come supervisore esterno ai concerti live. E' proprio in questi momenti che comincia a sperimentare alcuni inserimenti sonori, suoni che spezzano la regolarità e la pulizia delle canzoni, un sottofondo noise che arricchisce l'impatto delle esibizioni live.

Silvia Valtieri é una giovane e talentuosa pianista di impostazione classico-jazz ma con una grande apertura mentale verso altri generi musicali. Da questa sua disponilbità a mettersi in gioco e a provare nuove strade nasce la collaborazione con il progetto FermoImmagine. Inizialmente compare solo in qualche pezzo con sporadici inserimenti di piano, ma via via prende sempre più spazio grazie alla sua estrema facilità di improvvisazione. Successivamente da il suo contributo anche come corista.

I concerti di inizio corso dei FermoImmagine sono vissuti con tanta emozione: il primo live in assoluto al Portofranko 2005 di Castel Bolognese, presentati dai ragazzi di Z.t.l.; le belle serate estive alla Mandragora di Brisighella; il concerto al Valtorto di Ravenna, dove condividono il palco con gli amici Gabaergica; il ritorno al mitico Mataluna a Rossetta di Bagnacavallo, il locale che più di tutti ha visto crescere musicalmente i FermoImmagine; le belle date al Luogocomune di Faenza e al Vertigine di Forlì, dove vengono proiettate alcune foto che fanno da cornice ai singoli pezzi; la partecipazione alla selezione finale del MEI 2006, svoltasi al Sonix di Imola.

Dopo due anni di prove e concerti, Morloi e Silvia lasciano il progetto FermoImmagine.

Luigi Maresca (nife) e Mirko Ravaioli (mrk) decidono di preseguire il loro percorso musicale da soli, con l'intento di raggiungere un miglior equilibrio musicale e una resa più efficace a livello di live.
Si apportano ulteriori cambiamenti alla parte elettronica, cercando di togliere il superfluo e dare una maggiore spinta alle ritmiche delle basi.
Si acquistano apparecchiature di qualità che possano permettere una buona resa dell'esibizione live, le parti strumentali vengono rielaborate, gli arrangiamenti risultano sempre più ricchi e puliti.

In questa seconda fase dei FermoImmagine è decisamente importante la consulenza tecnica di Francesco "Checco" Minotti, fonico/tecnico del suono del Capannone Records.
Da esterno e con orecchio esperto da i giusti consigli in fatto di arrangiamenti e acquisti da fare a livello di strumentazione.
Proprio da questa consulenza esterna si arriva alla registrazione del primo demo ufficiale dei FermoImmagine, registrato tra settembre e ottobre del 2008.
Solo tre pezzi: La sera di settembre, Quante volte e Le nuvole.
E' solo un assaggio di quello che sono i FermoImmagine, non è un disco vero e il tutto è registrato in maniera piuttosto "live", ma è un altro piccolo passo importante.
Il periodo tra il 2008 e 2009 è più attivo dal punto di vista di concerti.
Alcune date sono sicuramente da ricordare: la partecipazione ad Arzibanda 2009, dove i FermoImmagine vincono Arzisona 2009 e aprono il concerto dei Nidi d'Arac, ultimo live della manifestazione; suonano all'Arteria di Bologna e fanno da spalla ai Serpenti; partecipano al MEI grazie ai ragazzi di Arzibanda.

Dal 2010 i FermoImmagine cominciano a lavorare al primo disco, inizialmente molto lentamente e non in maniera costante.
Decidono di realizzarlo con l'aiuto di Francesco Minotti del Capannone Records, con cui avevano già registrato il primo demo del 2008.
Nei primi primi mesi ci si concentra sulla parte elettronica delle 11 tracce scelte, vengono scomposte e rimontate, rafforzate nelle parti ritmiche, accorciate e diversificate, migliorate le equalizazzioni dei singoli suoni.
Il passo successivo riguarda la registrazione delle parti strumentali e della voce, ma il grosso del lavoro si concentra tra agosto e ottobre del 2011.

Nel frattempo i FermoImmagine continuano a suonare: da ricordare il bel concerto del Diagonal, dove ritrovano Davide, già conosciuto in passato ai tempi degli Hangar Praha, deejay e socio del gruppo che gestisce il locale di Forlì, ha suonato anche nel progetto musicale Santo Barbaro.
Luigi Bertaccini è un altro incontro importante: noto deejay, promotore di tantissime iniziative legate alla cultura e alla musica in emilia romagna, fondatore di e20romagna.it.

Completamente auto-prodotto, a fine aprile del 2012 esce "Foto Ricordo", il primo disco dei FermoImmagine. Contiene 11 tracce, che riassumono un percorso musicale lungo 8 anni. Riceve diverse recensioni favorevoli.

E' un periodo difficile per chi fa musica e cerca di farsi sentire, ma i FermoImmagine continuano a suonare e a promuovere il loro disco appena uscito: tra le diverse cose fatte nell'ultimo anno da segnalare le interviste su radio RCB, radio Fujiko e la partecipazione a Mysticase 2012, importante evento promosso da Luigi Bertaccini di e20romagna.it.

A fine febbraio del 2013 esce il primo video dei FermoImmagine "Quello che siamo", costruito sul singolo di apertura di "Foto Ricordo", regia di Nicolas Xabaras Galeotti di Ambientarti.
Girato in gennaio tra le colline del faentino su soggetto e sceneggiatura degli stessi FermoImmagine, Nicolas crea un video estremamente evocativo e suggestivo, che completa e arricchisce lo spirito stesso del pezzo.
E' stato anche presentato da Luigi Bertaccini su e20romagna.it.

A livello di live non è un periodo molto attivo per i FermoImmagine, ma il duo decide di affrontare una nuova sfida: matura l'idea di lavorare ad un secondo album, questa volta mettendosi completamente in gioco.
A fine 2013 si affidano alla produzione di Lorenzo Montanà e alla consulenza tecnica di Gianluca Lo Presti.
Lorenzo Montanà è un produttore elettronico noto per i suoi lavori ambient IDM usciti per varie etichette internazionali; Gianluca Lo Presti (Nevica su quattropuntozero) è il titolare del Loto Studio, studio di registrazione di Filetto (RA).
Sono fondatori della Disco Dada Records (Simona Gretchen, Delenda Noia, Nevica su quattropuntozero...).

Il loro apporto sarà fondamentale: il secondo disco è un vero e proprio lavoro di squadra, i pezzi proposti da Luigi vengono riscritti più volte fino all'ok finale di Lorenzo e Gianluca.
Questo almeno inizialmente.
Nei mesi successivi c'é una crescita sempre più evidente di Luigi e Mirko che lentamente assimilano i consigli ricevuti durante la fase di scrittura e successiva registrazione in studio.
La consegna del master finale avviene a metà aprile 2015, e il 20 novembre dello stesso anno esce ufficialmente "Frammenti".


Qui di seguito alcune canzoni tratte dal repertorio musicale dei FermoImmagine, tra pezzi più vecchi e alcune cover:
Etereo
Senza fermarsi
Guerra (cover dei Litfiba)
And the radio plays (cover dei CCCP - Fedeli alla Linea)
Spara Jury (cover dei CCCP - Fedeli alla Linea)
Amerika (assolo finale, cover di Pastorius)
Un fiore bianco
Ballando
Somebody (cover dei Depeche Mode)
Siberia (cover dei Diaframma)
L'ammore

Ecco i brani dal primo demo registrato dai FermoImmagine:
La sera di settembre
Quante volte
Le nuvole

Qui di seguito le 11 canzoni tratte dal primo album "Foto Ricordo":
Quello che siamo
La sera di settembre
Le nuvole
Foglie d'autunno
Ozio
Fuori dal finestrino dell'auto
Quante volte
L'attesa
La fine
Sole Nero
Due fragilità

"Foto ricordo": quello che si è detto sul primo disco dei FermoImmagine.

Qui di seguito le 11 canzoni tratte dal secondo album "Frammenti":
La gabbia
11.12.13
Sono calmo
Fiore di campo
Nebbia
Pugile
Attimi
Distante
Ansia
40 anni
11.12.13 remix



- Ultimi aggiornamenti nella seziona "diario": 14/08/2017 - Privacy e cookie policy